Pek's Mirror

Three hands same passion

1.2.3. Cerises

Lascia un commento

_IGP1221-35

Se vi dicessi ciliegie? Di certo pensereste all’estate, al colore e alla semplice bontà di questi frutti succosi, ma non è così per Francoise che nelle “Cerises” rivede la sua storia, quella di nonna e di mamma ancora prima. Mi spiego meglio: “1.2.3. Cerises” è un progetto di Francoise che scopre l’amore per la sartoria confezionando abiti prima per la figlia piccola e poi per la nipotina. Questo sua passione e competenza si trasforma in attività: nasce così il laboratorio “1.2.3 Cerises” dove lei stessa confeziona abiti 0-3 anni per bimbe. Tutto questo a Sansepolcro (Valtiberina) lontanissimo dalla sua Francia perché preferisce l’artigianalità all’industria e perché crede molto nelle piccole realtà.
Quando è nata l’idea di aprire un laboratorio di abiti per bimbi?: Due anni fa, quando sono diventata nonna e ho iniziato a cucire per mia nipote.
Quindi le sue creazioni sono solo per bimba?: si, per ora si per bimbo confeziono solo pupazzi.
Dove acquista le stoffe?: le stoffe vengono dalla Francia e dalla Sicilia, sono molto colorate e divertenti, al contrario delle stoffe usate qui per i bambini che sono molto più serie; per me, il bambino deve vestire in modo allegro e colorato. Mi piacciono molto queste stoffe, inoltre riesco a reperirle facilmente grazie ad internet.
Che stile hanno i suoi capi? : sono modelli classici nella forma, fantasiosi nei colori.
Come ha iniziato a cucire?: Ho imparato da sola a venti anni quando è nata mia figlia, ho iniziato a cucire per lei e da li è iniziato tutto.
E’ stata molto coraggiosa ad iniziare un’attività oggi, come si sente?: sono tranquilla benché abbia 52 anni mi sono rimessa in gioco. Non ho paura di cimentarmi in nuove esperienze a differenza di altre donne, l’ ho sempre fatto come quando ho lasciato la Francia e sono venuta a vivere in Italia.
Perché si è trasferita in questo piccolo paesino della Valtiberina?: mi sono trasferita qua con mio marito e ho scoperto che le piccole realtà dell’Italia offrono ancora possibilità di lavorare con creatività e in modo artigianale, questo aspetto in Francia si è perso.
Prossimi progetti?: Dunque… se andasse bene “Cerises” vorrei aprire un altro negozio sempre piccolo e intimo come questo,ma per bimbo e vorrei chiamarlo “1.2.3. limoni”.
Per lei le “cerises” cosa sono? : Bhè i miei frutti preferiti e li associo alle bambine, sono allegre e dolci come loro.

Francoise ci ringrazia ed io esco dal suo laboratorio un po’ a malincuore. Questo posto è davvero stupendo, stoffe coloratissime ovunque, ci sono appese foto che raccontano storie dal sapore orientale, il marito di Francoise è un fotografo ed ha viaggiato molto, c’è il parquet e due grosse finestrone che danno sul borgo medievale, e mi sembra di trovarmi dentro un libro di favole per bambini…
Kim
Per saperne di più:
VIA SAN GREGORIO 20, 52037 SANSEPOLCRO (AR)
TEL. 3341972086

_IGP1255-61_IGP1208-26_IGP1210-28

ph: F. Bassetti

http://www.facebook.com/pages/Light-Drawing/431651283546925

Annunci

Autore: PEK

Fashion Blog PEK The mirror è un blog nuovo, giovane e diverso, nuovo giovane come sono giovani i suoi tre fondatori: la più grande ha 23 anni la più piccola ne ha 20 e infine diverso… diverso dagli altri fashion Blog! The Pek's Mirror è un acronimo e significa “LO SPECCHIO DI POLLY EMS e KIM”, ovvero i nomi dei blogger e lo specchio è il loro stesso blog attraverso il quale i “Pek” diffondono una loro personalissima idea della Moda e degli aspetti ad essa interconnessi. Quello che si trova dentro il Mirror’s è un po’ quello che trovò Alice quando attraversò lo specchio: di tutto, eventi, street style, mostre, interviste… Chi sono i soggetti di questo blog? Quelli ancora non protagonisti, ancora non famosi, i giovani talenti, quelli che si devono far strada con le loro proposte in un mondo dove arte e moda vengono schiacciati dai colossi: i grandi brand, le firme note... Dove? Principalmente a Firenze, ma anche fuori nella provincia e fino a dove arrivano gli occhi di Ems, Polly e Kim. Come? cercando ovunque, ma non nei sentieri già battutti, bensì fuori dalle vie conosciute, dove tutto si riconosce ed è scontato che lo sia, nelle vie alternative, nei luoghi che fiutano i segugi e cultori delle subculture. Perché? perché molti fino ad ora hanno aperto un blog, cosa che spesso si traduce in una sorta di diario, questo invece è una specie di vetrina che da visibilità ai “Pek”, ma ne da moltissima agli altri e al mondo che essi ritengono Fashion… Vale la pena entrare dentro questo specchio e vedere quali meraviglie i “Pek” avranno scovato negli angolini non troppo conosciuti di Firenze, dintorni e in un futuro chissà... Creatori: Anna Cipriani-Armida Kim-Edoardo Maria Savoia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...