Pek's Mirror

Three hands same passion

Ladyjane Bvintage

Lascia un commento

Care amiche ed amici! 
Abbiamo deciso di inserire una nuova rubrica: “il negozio del mese”, posti alla moda consigliati da noi. 
Sarà perché noi malati di romanticismo, inguaribili sognatori e patologici della malinconia non possiamo fare a meno di bazzicare nei vari negozi dell’usato, sarà perché questo mondo scorre troppo in fretta anche solo per contemplarlo che a volte è bello fermarsi a rovistare indietro negli anni dove è possibile trovare qualcosa di sicuro, di più bello come lo è il passato nei nostri ricordi, sarà per questo che abbiamo deciso di inaugurare la nostra rubrica con un negozio Vintage!
A Firenze esiste un negozietto vintage in via dei Pilastri 32b, tanto piccolo quanto grazioso.
Si chiama “Ladyjane Bvintage”. La sua storia è una di quelle che piacciono a me: piene di coraggio, piene di passione, con un retrogusto tutto italiano e una prospettiva tutta moderna, si chiama così in omaggio ad una canzone dei Rolling Stone e B. in ricordo del padre della proprietaria, Sabrina.
L’idea del negozio nasce dall’unione di due concetti, di due grandi “amori”: quello per la sartoria, per la lavorazione e la ricerca delle pelli che ha, come dire, “respirato” fin da piccola nel sue paese d’origine “Prato” e dall’altro quello per tutto ciò che è… LONDRA, amici miei! 
Immaginate quando io, diciannovenne, scoprii questo posto piccolissimo per puro caso, entrando mi sembrò di varcare la soglia di un negozio di “Portobello Road” o di “Carnaby Street”: tutto mi ricordava Londra: la musica nel sottofondo, l’arredamento, i vestiti e gli accessori! Me ne innamorai!
Entrare da Lady B. è come entrare dentro il cilindro magico, puoi trovarci di tutto: borse di Ferragamo di tanti anni fa oppure nuovissime e stravaganti di Vivienne Westwood, occhialoni anni sessanta, vestitini made in London, oggettini che pensavi di aver dimenticato insieme a tante altre cose dell’infanzia e che invece li dentro risaltano fuori.

Immagine

Intervistare Sabrina è come intervistare un amica, ma mi trasmette tutto l’amore per quello che fa e lo capisco quando le chiedo se c’è un capo che ha amato particolarmente: le si illuminano gli occhi e mi racconta di una abito nero di Valentino che aveva venduto ad una cliente americana per il giorno del suo matrimonio, lo capisco quando mi dice che aprire quel piccolo negozietto è stata una sfida, che ha lasciato il certo per l’incerto, quando ci parla di Londra e dei suoi viaggi alla ricerca del materiale, del lavoro che sta a monte: di pulizia e ristrutturazione di un capo usato.Lascio “Lady Jane B.” con il cuore più leggero, come sempre, come quando ci entrai la prima volta e comprai una borsetta ornata con foglie di ottone, pezzo preferito del mio armadio, e in questo articolo le dico ancora quello che le dissi tanto tempo fa e lo dico anche a voi, Pek’s Followers “quando vi prende quell’improvvisa paura di non so che, le “paturnie” insomma, prendete un taxi e correte da Ladyjane B. È un posto che vi calmerà subito, li non può accadervi niente di brutto”.

Immagine

 

Immagine

 

Immagine

 

Immagine

Immagine

Immagine

Pagina Facebook_https://www.facebook.com/ladyjane.bvintage/photos

 

 

 

 

 

 

Annunci

Autore: PEK

Fashion Blog PEK The mirror è un blog nuovo, giovane e diverso, nuovo giovane come sono giovani i suoi tre fondatori: la più grande ha 23 anni la più piccola ne ha 20 e infine diverso… diverso dagli altri fashion Blog! The Pek's Mirror è un acronimo e significa “LO SPECCHIO DI POLLY EMS e KIM”, ovvero i nomi dei blogger e lo specchio è il loro stesso blog attraverso il quale i “Pek” diffondono una loro personalissima idea della Moda e degli aspetti ad essa interconnessi. Quello che si trova dentro il Mirror’s è un po’ quello che trovò Alice quando attraversò lo specchio: di tutto, eventi, street style, mostre, interviste… Chi sono i soggetti di questo blog? Quelli ancora non protagonisti, ancora non famosi, i giovani talenti, quelli che si devono far strada con le loro proposte in un mondo dove arte e moda vengono schiacciati dai colossi: i grandi brand, le firme note... Dove? Principalmente a Firenze, ma anche fuori nella provincia e fino a dove arrivano gli occhi di Ems, Polly e Kim. Come? cercando ovunque, ma non nei sentieri già battutti, bensì fuori dalle vie conosciute, dove tutto si riconosce ed è scontato che lo sia, nelle vie alternative, nei luoghi che fiutano i segugi e cultori delle subculture. Perché? perché molti fino ad ora hanno aperto un blog, cosa che spesso si traduce in una sorta di diario, questo invece è una specie di vetrina che da visibilità ai “Pek”, ma ne da moltissima agli altri e al mondo che essi ritengono Fashion… Vale la pena entrare dentro questo specchio e vedere quali meraviglie i “Pek” avranno scovato negli angolini non troppo conosciuti di Firenze, dintorni e in un futuro chissà... Creatori: Anna Cipriani-Armida Kim-Edoardo Maria Savoia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...